Bando Decreto Direttoriale n. 1/Ric. Del 18 gennaio 2010 PON - Programma Operativo Nazionale “Ricerca e Competitività 2007 – 2013” Regioni Convergenza Asse I - Sostegno ai mutamenti strutturali. Obiettivo operativo: Aree Scientifiche - tecnologiche generatrici di processi di trasformazione del sistema produttivo e creatrici di nuovi settori. Azione: Interventi di sostegno della ricerca industriale.

Titoli dei progetti:

-Dispositivi ad alto contenuto tecnologico per il settore Biomedicale – DIATEME – Salute dell’uomo e Biotecnologie.

Acronimo “DIATEME”. Codice Progetto PON01_ 00074. Il progetto ha avuto inizio il 15 settembre 2011 e si è concluso il 31 dicembre 2015. Sono in corso di valutazione dal MIUR le rendicontazioni presentate dal CRdC Tecnologie sull’attività scientifica svolta e spese sostenute.

I Soci esecutori impegnati nel progetto:

  1. Dipartimento di Ingegneria Chimica, dei Materiali e della Produzione Industriale (DICMAPI) dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”.

Gli obiettivi in quota CRdC Tecnologie riguardano:

  • Sviluppo di formulazioni di materiali polimerici a base di PVC ftalati-free e dei processi per preparare i relativi dispositivi medicali;
  • Sviluppo di nuove formulazioni PVC free e dei processi per preparare i relativi dispositivi medicali;
  • Sviluppo di dispositivi a funzionalità programmata.

I risultati raggiunti sono:

  • Realizzazione di nuovi manufatti in PVC flessibile con caratteristiche chimico-fisiche e meccaniche compatibili con quelli a base di PVC con ftalati mediante l’impiego di plastificanti alternativi appositamente sintetizzati e comunque non tossici;
  • Realizzazione di un materiale filtrante attivo alla cattura di batteri, endotossine, citochine ecc., mediante funzionalizzazione di membrane a base di PES e PEI.

-Applicazioni e riciclo di nuove poliolefine termoplastiche (SAPA). Codice Progetto PON01_01593. Il progetto ha avuto inizio il 1 luglio 2011 e si è concluso il 31 dicembre 2014. Attualmente sono in corso di valutazione dal MIUR le rendicontazioni presentate dal CRdC Tecnologie sull’attività scientifica svolta e spese sostenute.

I Soci esecutori impegnati nel progetto:

  1. Dipartimento di Ingegneria Chimica, dei Materiali e della Produzione Industriale (DICMAPI) dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”
  2. Dipartimento di Chimica e Biologia dell’Università degli Studi di Salerno

Gli obiettivi in quota CRdC Tecnologie riguardano:

  • Supporto ai partner industriali SAPA e TREOFAN con attività prevalentemente di ricerca industriale;
  • Sviluppo di nuove formulazioni per migliorare soft touch, scratch resistance, zero gap, tiger strips.

I risultati raggiunti nel settore imballaggio sono:

  • Miglioramenti delle proprietà barriera all’ossigeno e all’anidride carbonica di flim poliolefinici in particolare, di film biorientati in polipropilene;
  • Verifica delle possibilità di riciclo e messa a punto del processo produttivo.

I risultati raggiunti nel settore automotive sono stati il superamento di tutti gli obiettivi previsti attraverso nuove formulazioni poliolefiniche anche in presenza di nanocariche.

-Materiali funzionali per il settore tessile e conciario - acronimo “MATECON”, codice Progetto PON01_00485. Il progetto ha avuto inizio il 1 settembre 2011 e si è concluso il 30 maggio 2015.

I Soci esecutori impegnati nel progetto:

  1. Dipartimento di Ingegneria Chimica, dei Materiali e della Produzione Industriale (DICMAPI) dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”
  2. Istituto per i Polimeri, i Compositi e Biomateriali del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) di Pozzuoli (NA)

Gli obiettivi in quota CRdC Tecnologie hanno riguardato prevalentemente il recupero di materiali provenienti da oggetti a fine vita e l’impiego di materiali naturali e/o biodegradabili per la produzione di valigie.

I risultati hanno portato alla preparazione di valigie mediante l’impiego di PET riciclato proveniente da bottiglie a fine vita e l’utilizzo di PLA come materiale naturale.

Tali valigie sono andate anche in produzione e si è ottenuto un brevetto nazionale. Inoltre, è stato predisposto anche un brevetto sull’ alleggerimento di una valigia come conseguenza di un redesigne strutturale.

-Strutture, Componenti Innovativi Light per applicazioni Metro – SCILLA-M - acronimo SCILLA-M Codice Progetto PON01_00519. Il progetto ha avuto inizio il 1 marzo 2012 e si è concluso il 31 dicembre 2015.

I Soci esecutori impegnati nel progetto:

  1. Dipartimento di Ingegneria Chimica, dei Materiali e della Produzione Industriale (DICMAPI) dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”
  2. Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi di Salerno

Gli obiettivi in quota CRdC Tecnologie riguardano:

  • Scelta dei materiali innovativi per la produzione di parti di vagoni ferroviari in collaborazione con AnsaldoBreda.

I risultati raggiunti hanno mostrato come una nuova resina termoindurente potesse ben sostituire quelle precedentemente utilizzate per simili applicazioni con un notevole risparmio anche nelle attività di pro cessazione. Da un punto di vista prettamente scientifico, si è anche mostrata la possibilità interessante di utilizzare alcuni polimeri termoplastici di alto valore, con un prevedibile miglioramento della eco compatibilità.

Bando Decreto Direttoriale n. 254/Ric. Del 18 maggio 2011 PON - Programma Operativo Nazionale “Ricerca e Competitività 2007 – 2013” Regioni Convergenza Asse I - Sostegno ai mutamenti strutturali. Obiettivo operativo 4.1.1.4: Potenziamento delle strutture e delle dotazioni scientifico tecnologiche. I Azione: Rafforzamento strutturale.

Titolo del progetti:

“NAtional FAcility for Superconducting SYstems”- acronimo “NAFASSY”. Codice progetto PONa3_00007. Il progetto si è concluso il 30 luglio 2015 a seguito della concessione MIUR di apposita proroga.

L’obiettivo raggiunto è stata la realizzazione di un laboratorio, presso la sede dell’Università degli Studi di Salerno un infrastruttura per il test di dispositivi superconduttori di potenza.

Il CRdC per tale progetto si è avvalso della collaborazione del socio Istituto SPIN del CNR.

Il CRdC Tecnologie ha portato avanti altre iniziative progettuali, sempre in ambito nazionale, che lo hanno visto impegnato nei bandi PON03 e Fit Start up. Trattasi per i Fit stat up di iniziative progettuali presentate ad inizio 2010 e che hanno avuto la loro concretizzazione nel corso del 2012.

Di seguito si riportano i progetti presentati ed ammessi a finanziamento a valere su tali bandi:

Bando PON “Ricerca e Competitività” 2007-2013 Regioni della Convergenza Campania, Puglia, Calabria, Sicilia. Avviso I – Sostegno ai Mutamenti Strutturali. Obiettivo Operativo: Reti per il rafforzamento del potenziale Scientifico- Tecnologico delle Regioni della Convergenza. I Azione: Distretti di Alta Tecnologia e relative Reti. II Azione: Laboratori Pubblico Privati e relative Reti.

Attualmente per le iniziative progettuali a valere su tale bando, il CRdC Tecnologie ha in corso di svolgimento i seguenti progetti di ricerca:

    • MATEMI – Materiali e Tecnologie di processo ad alta efficienza per Microfusioni Innovative (Rete per la RIcerca e Applicazione di Tecnologie Avanzate per Materiali per Motori – RITAM). Codice progetto PON03PE_00111_1. Progetto ammesso a finanziamento dal MIUR con Decreto direttoriale n. 782 del 06/03/2014.

I Soci esecutori impegnati nel progetto:

  1. Dipartimento di Ingegneria Chimica, dei Materiali e della Produzione Industriale dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”;
    • BIBIOFAR - Biomarker, Biomateriali e Farmaci Innovativi per la Diagnosi e per la Terapia dell’Ischemia Cerebrale e dei Tumori Plurifarma coresistenti della Testa, del Collo e della Mammella Attraverso la Realizzazione di una Rete di Biobanche (Aggregazione BIOCAM). Codice progetto PON03PE_00146_1. Progetto ammesso a finanziamento dal MIUR con Decreto direttoriale n. 739 del 05/03/2014. I Soci esecutori impegnati nel progetto:
  2. Centro di Ricerca Interdipartimentale sui Biomateriali dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” (CRIB);
    • Tecnologie Optoelettroniche Innovative per il monitoraggio e la diagnostica dell’infrastruttura ferroviaria (Aggregazione OPTOASSOCIATI – TOP IN SCARL).

Codice progetto PON03PE_00155_1. Progetto ammesso a finanziamento dal MIUR con Decreto direttoriale n. 810 del 07/03/2014.

I Soci esecutori impegnati nel progetto:

  1. Istituto per i Polimeri, i Compositi e Biomateriali del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) di Pozzuoli (NA)
  2. Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN)
  3. Dipartimento di Fisica dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”
    • SMART GENERATION - Sistemi e tecnologie sostenibili per la generazione di energia (aggregazioni relative agli Studi di fattibilità denominati DAT SMART POWER SYSTEM – APP FUEL CELL LAB e APP IDRICA). Codice progetto PON03PE_00157_1. Progetto ammesso a finanziamento dal MIUR con Decreto direttoriale n. 1355 del 09/04/2014.

I Soci esecutori impegnati nel progetto:

  1. Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”.

Tali progetti sono tutt’ora in corso di svolgimento e pertanto non appare corretto segnalare risultati non definitivi. Si anticipa comunque, che gli obiettivi previsti sono essenzialmente già stati raggiunti.

Bando 2008 relativo ai programmi di ricerca, sviluppo e innovazione da presentare nell’ambito del Progetto di Innovazione Industriale Nuove Tecnologie per il Made in Italy (articolo 1 comma 842 della legge 27 dicembre 2006) Decreto del 10.07.2008 GU n. 205 del 02.09.2008. Suppl. Ordinario n .207.

Titoli dei progetti:

-B.A.S. (BIO ABSORBENT STRUCTURE) - Sviluppo di innovative strutture superassorbenti a basso impatto ambientale destinate ad applicazioni igienico-sanitarie per il benessere, la salute e la cura della persona.

Nell’ambito del progetto volto alla progettazione di un materiale super assorbente biodegradabile multicomponente a base di idrogeli, è stata svolta un ampia attività sulla caratterizzazione del materiale super assorbente e la modellazione del trasporto di fluidi biologici in tale materiale. E’ stata altresì svolta attività di progettazione e realizzazione di un materiale super assorbente biodegradabile a struttura porosa, caratterizzato da densità e porosità variabili e ottenibile mediante tecniche di gas roaming.

-GLOB - ID - GLOBAL IDENTIFICATION OF LOGISTIC IN HEART CARE PACKAGING – obiettivo: Sviluppo di soluzioni innovative di packaging integrate con soluzioni di logistica a basso impatto di costo e ambientale, attraverso lo sviluppo di una piattaforma ICT che centralizzi le informazioni utili alle imprese, alla distribuzione e al consumatore finale. Sono state analizzate problematiche di packaging per il settore ittico, in collaborazione con Alta Marea, per il settore lattiero caseario in collaborazione con Bella Molisana e per il settore oleario, in collaborazione con la Goccia D’Oro. In tutti i casi sono stati raggiunti gli obiettivi previsti, medianti trattamenti superficiali o mediante l’impiego di film coestrusi o attraverso l’ausilio di nano cariche. Sono state altresì proposte modifiche ai sistemi di imballaggio.

Il CRdC Tecnologie ha realizzato tali progetti in collaborazione col Dipartimento di Ingegneria Chimica, dei Materiali e della Produzione Industriale (DICMAPI) dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e con l’ex Istituto di Chimica e Tecnologia dei Polimeri del CNR, confluito nel febbraio del 2014 nell’ Istituto per i Polimeri, Compositi e Biomateriali. I progetti si sono entrambi conclusi nel corso del 2015. Per il progetto B.AS. è recente la presentazione del 2 SAL di rendicontazione delle attività progettuali mentre per il progetto GLO-ID è stato recentemente presentato il 4 SAL di rendicontazione di progetto. Il contributo sul progetto B.A.S è in media pari al 50% delle attività di ricerca rendicontate, mentre per il progetto GLOB-ID scende al 30% circa.

DM 24 settembre 2009 (sportello FIT con fondi PON) a valere sul Fondo per l’Innovazione Tecnologica (F.I.T.), istituito dall’art.14 della Legge 46/82- Progetto BIOCOMP-RB - “Nuova generazione di inflatable rigid boats (RIB) realizzata in biocompositi (BIOCOMP)”, approvato dal MISE con Decreto n.01803 del 27/07/2012. Il progetto il cui codice è A16/2087/01-02/X17 si è posto come obiettivo l’innovazione tecnologica ed in particolare, nella realizzazione di parti dell’imbarcazione gonfiabile in materiale composito costituito da resine biodegradabile e/o provenienti da risorse rinnovabili e da fibre biodegradabili /riciclabili naturali. Capofila di progetto è la società MV Marine. Per la realizzazione di tale programma di ricerca il CRdC Tecnologie si è avvalso del socio CNR ed in particolare, degli ex Istituti di Chimica e Tecnologia dei Polimeri (ICTP) – Pozzuoli (NA) e di Materiali Compositi e Biomedici (IMCB), attualmente integrati nell’unico Istituto per i Polimeri, Compositi e Biomateriali (IPCB).

Bando Pubblico della Regione Campania "Bando Sportello dell'InnovazioneProgetti di Trasferimento Tecnologico Cooperativi e di prima Industrializzazione per le Imprese Innovative ad Alto Potenziale " Decreto Dirigenziale Dipartimento Istr., Ric., Lav., Politiche Cult. e Soc n. 22 del 11/04/2014. Il finanziamento nella spesa per gli organismi di ricerca giunge fino all’80% dei costi rendicontati e ritenuti ammissibili.

Titolo dei progetto:

“SmartData” - Soggetto capofila Datonix SPA,

I Soci esecutori impegnati nel progetto:

  1. Dipartimento di Ingegneria Chimica, dei Materiali e della Produzione Industriale (DICMAPI) dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”
  2. Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi di Salerno

Nell’ambito di tale progetto, sono state effettuate numerose prove sperimentali di caratterizzazione reologica e meccanica attraverso l’impiego di apparecchiature presenti presso i soci Università degli Studi di Napoli Federico II e Università degli Studi di Salerno. Tali risultati sono stati trattati con modelli predisposti dalla capofila di progetto DATONIX.

I progetti CAMPUS a valere sugli obiettivi operativi 2.1 e 2.2 del P.O.R. CAMPANIA 2007/2013, si sono conclusi il 31 dicembre 2015 e sono terminate altresì con esito positivo, la valutazione da parte della Regione Campania dei SAL di rendicontazione tecnico scientifica ed economica presentati dal Centro sulle Nuove Tecnologie relativamente ai progetti “SIDIR”, “SiHM” e “RI.SE” ed emessi i relativi decreti di di chiusura e liquidazione dei contributi. Si ricorda che per tali progetti la cui scadenza iniziale era prevista entro il 30 giugno 2015, con Decreto Dirigenziale n. 68 del 16/04/2015, pubblicato sulla BURC della Regione Campania n. 25 del 20/04/2015, sono stati prorogati al 31 dicembre 2015. Per ciascuno dei progetti citati si è proceduto alla richiesta all’Ente finanziatore di una rimodulazione della spesa.

In particolare, il progetto Sistema Domanda Innovazione e Ricerca nel Settore dei Polimeri e dei Nuovi Materiali” acronimo “SIDIR” è stato ammesso a finanziamento con Decreto Dirigenziale n. 246 del 29/10/2012.

Il capofila di progetto è la società Jcoplastic SpA.

Il Centro sulle Nuove Tecnologie ha svolto la sua attività in collaborazione con i seguenti soci della area materiali:

  1. Dipartimento di Ingegneria Chimica dei Materiali e della Produzione Industriale (DICMAPI) dell’Università degli Studi di Napoli Federico II;
  2. Ex Istituto di Chimica e Tecnologia dei Polimeri (ICTP) del CNR ora Istituto per i Polimeri, Compositi e Biomateriali del CNR;
  3. Ex Istituto per i Materiali Compositi e Biomedici (IMCB) del CNR ora Istituto per i Polimeri, Compositi e Biomateriali del CNR;
  4. Dipartimento di Chimica e Biologia dell’Università degli Studi di Salerno;
  5. Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi di Salerno;
  6. Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi del Sannio;
  7. Dipartimento dell'Ingegneria Industriale e dell'Informazione (DIII) della Seconda Università degli Studi di Napoli;
  8. Dipartimento di Scienze Anestesiologiche, chirurgiche e dell’emergenza della Seconda Università degli Studi di Napoli;
  9. Dipartimento di Scienze Chimiche (DISCHI) dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

Il progetto “SiHM”- Controllo ed “Healt Monitoring and Management” di Sistemi Complessi e Strutture Miste Metallo – Composito operanti in Ambienti Ostili sottoposte a Sollecitazioni Gravose, è stato ammesso a finanziamento con Decreto Dirigenziale n. 280 del 20/11/2012 e Decreto Dirigenziale di rettifica n. 299 del 04/12/2012

Il capofila di progetto è la società Magnaghi Aeronautica SpA. Il Centro sulle Nuove Tecnologie ha svolto la sua attività in collaborazione con i seguenti soci:

  1. Dipartimento di Ingegneria Elettrica e Tecnologie dell’Informazione (DIETI)- dell’Università degli Studi di Napoli Federico II;
  2. Dipartimento di Ingegneria Industriale (DII) dell’Università degli Studi di Napoli Federico II;
  3. Dipartimento di Ingegneria Chimica dei Materiali e della Produzione Industriale (DICMAPI) dell’Università degli Studi di Napoli Federico II;
  4. Dipartimento di Scienze Chimiche (DISCHI) dell’Università degli Studi di Napoli Federico II;
  5. Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), Sezione di Napoli;
  6. Ex Istituto di Chimica e Tecnologia dei Polimeri (ICTP) del CNR ora Istituto per i Polimeri, Compositi e Biomateriali del CNR;
  7. Ex Istituto per i Materiali Compositi e Biomedici (IMCB) del CNR ora Istituto per i Polimeri, Compositi e Biomateriali del CNR;
  8. Istituto per la Microelettronica e Microsistemi (IMM) UOS di Napoli del CNR;
  9. Istituto per i Superconduttori, ossidi ed altri materiali innovativi e dispositivi (CNR-SPIN) del CNR.

 

Il progetto “RISE – Ricerca, Innovazione e Sviluppo nel settore Energetico” è stato ammesso a finanziamento con Decreto Dirigenziale n. 91 del 11 giugno 2013 e successiva rettifica dello stesso con Decreto Dirigenziale n. 92 del 13/06/2013, Il capofila di progetto è la società GETRA POWER SpA. Il Centro sulle Nuove Tecnologie ha partecipato ai singoli Assi con risorse afferenti alle seguenti Strutture dei propri Soci del settore energia operanti nelle rispettive sedi:

 

  1. Dipartimento di Ingegneria Chimica, dei Materiali e della Produzione Industriale (DICMAPI) dell’Università degli Studi di Napoli Federico II;
  2. Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell'Informazione (DIII) della Seconda Università degli Studi di Napoli (SUN);
  3. Dipartimento di Ingegneria Elettrica e Tecnologie dell'Informazione (DIETI) dell’Università degli Studi di Napoli Federico II;
  4. Dipartimento di Ingegneria Industriale (DII) dell’Università degli Studi di Napoli Federico II
  5. Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Napoli Parthenope
  6. Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Salerno;
  7. Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi del Sannio
  8. Istituto di Ricerche sulla combustione (IRC) del CNR;
  9. Istituto Motori (IM) del CNR.